Progetto OASI

Welcome Italia spa – progetto co-finanziato dal POR FESR Toscana 2014-2020

Ricerca, progettazione e sperimentazione di una piattaforma di Unified Communication & Cooperation,  in convergenza di tecnologie, dotata di funzionalità di analisi e classificazione in tempo reale di grandi flussi di traffico per l’ottimizzazione dinamica della banda, in funzione delle priorità di impiego, e la sicurezza dei collegamenti indispensabili per le esigenze dell’Industria 4.0.

Logotipi sponsor Progetto Oasi

Sintesi del progetto

L’integrazione verticale ed orizzontale delle persone, delle macchine e dei sistemi informatici nei processi aziendali, presupposto chiave della strategia “Industria 4.0” necessita di sistemi di comunicazione che consentano alle persone ed alle macchine di interagire condividendo le informazioni con elevati livelli di velocità di collegamento, qualità e sicurezza nei confronti di attacchi informatici.

Welcome Italia, operatore nazionale di TLC con servizi su rete fissa per clienti business, in tempi recenti ha investito in infrastrutture di rete mobile assumendo, prima azienda in Toscana e quinta in Italia, il ruolo di Full Mobile Virtual Network Operator (Full MVNO). Questo le permette il completo controllo dell’infrastruttura di Network Routing e di Interconnection, per realizzare servizi di comunicazione fissa e mobile di elevata qualità, ponendola in posizione di vantaggio rispetto ad altri operatori MVNO “non Full”.

L’azienda pertanto, con la collaborazione dei partner I-brain e Omnis TLC specializzati in assistenza ICT alle aziende, per sfruttare al massimo l’investimento fatto, si propone di progettare e sperimentare, nel progetto OASI, una piattaforma innovativa di Unified Communication & Cooperation (UC&C) con le caratteristiche di qualità e sicurezza idonee alle esigenze dell’I4.0 che supporti le interazioni fra persone e fra persone e sistemi di gestione dei processi aziendali, garantendo un elevato livello di Quality of Experience (QoE).

La piattaforma UC&C costituirà uno strumento abilitante per i nuovi servizi a supporto dei processi di business delle aziende clienti che saranno sviluppati nel corso del progetto OASI.

La collaborazione con i due partner consentirà, da un lato, di validare le funzionalità offerte dai nuovi servizi e, dall’altro, di effettuare misure quantitative end-to-end per la verifica prestazionale di dati di traffico.

Il Dipartimento Ingegneria dell’Informazione di UniPi partecipa al progetto per svolgere ricerca sui temi dell’analisi e classificazione in tempo reale di elevati flussi di traffico (oltre 40 Gbit/s), finalizzata a: massimizzare la QoE, tramite “profilazione degli utenti” e ottimizzazione delle risorse in funzione delle priorità di utilizzo, ed a contrastare i cyber attack, tramite il monitoraggio di “anomalie” legate ad attacchi particolarmente critici (quali gli Advanced Persistent Threat). Per questo UniPi realizzerà e sperimenterà una “sonda” di analisi per l’acquisizione ed il processing parallelo applicando tecniche di Software Defined Measurement.

Il progetto è coerente con la strategia I4.0, in quanto crea l’ambiente di comunicazione indispensabile allo sviluppo di soluzioni Industrial IoT ed in generale delle comunicazioni fra uomini e sistemi/macchine e delle macchine fra loro (M2M Communication).

Il progetto infine si inquadra nella priorità tecnologica “ICT e Fotonica” del RIS3 della Regione Toscana, poiché impiega tecnologie informatiche e di telecomunicazione evolute.