Le reti di telecomunicazione

Una rete di telecomunicazione è un insieme di dispositivi, canali trasmissivi e procedure mediante il quale due terminali d’utente remoti collegati alla rete (ad es. telefoni, computer, cellulari, fax, webcam, ecc.), possono scambiarsi informazioni.

Rete di accesso

La rete di accesso (c.d. ultimo miglio) è la rete che collega la sede aziendale alla prima centrale di zona.
Utilizza vari mezzi trasmissivi (rame, fibra o radio) in base alle tecnologie disponibili e alle necessità di banda da parte del Cliente.
Le tecnologie di accesso più diffuse sono quelle che utilizzano il rame e la fibra ottica, o una loro combinazione.
La distanza della sede aziendale dall’armadio di strada o dalla centrale di zona, incide sulle prestazioni degli accessi in rame fino a rendere il servizio non erogabile.

Accessi asimmetrici

Realizzati su linee condivise o dedicate (naked), sono progettati per un utilizzo residenziale o aziendale dove si privilegiano la navigazione e lo streaming di contenuti su internet.

Accessi simmetrici

Realizzati esclusivamente su linee dedicate, sono progettati per un uso professionale in cui è richiesto l’utilizzo concorrente di servizi (voce, VPN, cloud services, desktop sharing, ecc.) che necessitano di bassa latenza, banda minima garantita più elevata e tempi di ripristino più rapidi in caso di guasto delle linee.

Rete di trasporto

La rete di trasporto è la rete che interconnette tra loro le reti di accesso nazionali e internazionali.
Utilizza principalmente mezzi trasmissivi in fibra ad alta capacità.
Gli Operatori (come Welcome Italia) e i Service Provider rappresentano i principali nodi di rete che costituiscono la cosiddetta Big Internet.

Gestione della rete

L’evoluzione tecnologica delle reti di telecomunicazione ha consentito agli Operatori l’opportunità di adottare politiche di gestione delle risorse di rete (c.d. overbooking) in grado di trasferire importanti economie di scala ai Clienti finali.
Tali economie, basate sul tasso di contemporaneità dell’utilizzo delle risorse, richiedono tuttavia all’Operatore, rispetto al passato, un’elevata capacità di monitoraggio e di controllo della rete per evitare degradi indesiderati delle prestazioni dovuti a saturazione (c.d. colli di bottiglia).
In pratica, ogni Operatore che intenda perseguire obiettivi di qualità sfidanti, deve essere in grado di misurare e di adattare costantemente i propri servizi alle effettive abitudini e alle reali necessità dei propri Clienti.

La differenza è il controllo

Il continuo sviluppo e la crescente disponibilità di servizi e applicazioni erogati attraverso la rete hanno reso le infrastrutture di telecomunicazione una risorsa strategica per la crescita di ogni impresa.
In Welcome Italia lavoriamo ogni giorno per garantire i più elevati standard di servizio e per questo abbiamo realizzato:

  • una rete di trasporto ad alta capacità, ridondata e dedicata ai nostri Clienti Vianova, per consentire collegamenti sicuri con i nostri due Data Center
  • un sofisticato sistema di misurazione e controllo che permette di monitorare in tempo reale il traffico voce e dati suddivisi per ogni singola area, in modo da dimensionare la rete di trasporto con capacità trasmissive sempre superiori ai picchi massimi di utilizzo dei nostri Clienti
  • un’area del nostro sito web riservata ai Clienti dove, nell’ottica di un rapporto di massima trasparenza, riportiamo un grafico degli effettivi consumi di banda, selezionabile per ogni singola sede, che si aggiorna automaticamente ogni minuto
  • un servizio di Line TestWI, unico nel suo genere, in grado di rilevare non solo la velocità di accesso del singolo computer dal quale si effettua il test (come fanno tutti), ma di misurare contemporaneamente la somma delle velocità di accesso di tutti i dispositivi (computer, server, terminali WiFi, ecc.) collegati alla LAN del Cliente

Tecnologie di accesso

  • FTTC (Fiber To The Cabinet) – Il collegamento in fibra ottica arriva in una cabina esterna molto vicina alla sede dell’utente (tipicamente entro 700 metri), per poi raggiungere la sede del Cliente finale con un doppino in rame in tecnologia VDSL o VDSL2
  •  FTTH (Fiber To The Home) – Il collegamento in fibra ottica raggiunge direttamente la singola sede dell’utente
  • xDSL – La singola sede dell’utente è raggiunta da uno o più doppini in rame in tecnologia ADSL (asimmetrico) o SHDSL (simmetrico) collegati direttamente ad un DSLAM installato nella centrale di zona (Stadio di Linea)
  • Radio – La singola sede dell’utente è raggiunta da un collegamento radio punto-multipunto a banda condivisa o punto-punto a banda dedicata con tecnologie Hiperlan o WiMax
Circuito 76 Milano - traffico Dati Circuito 188 Milano - traffico Voce Area Clienti - consumo banda